Sospensione della refezione scolastica e pasti ai bisognosi: le proposte della commissione Patrimonio

mensa 2' di lettura 04/05/2020 - Distribuire i pasti prodotti dalle ditte aggiudicatarie del servizio refezione scolastica, per il momento sospeso ma già finanziato, alle famiglie più bisognose. Questa la proposta avanzata lunedì in commissione Patrimonio dal presidente Sgambati e dai consiglieri intervenuti (Rosario Andreozzi di DemA; Stanislao Lanzotti di Forza Italia; Luigi Zimbaldi del gruppo Misto; Salvatore Madonna del Partito Democratico).

Una misura, ha specificato il presidente, che richiede coraggio e collaborazione istituzionale e che andrebbe certamente incontro al fabbisogno di tante famiglie che si sono ritrovate in difficoltà per l’emergenza Covid.

Un’ottima idea, ha specificato l’assessora Palmieri, che ha visto gli assessorati all’Istruzione e al Welfare impegnati fin dal primo momento per individuare una destinazione alternativa ai pasti forniti per la refezione scolastica, ad esempio a favore delle persone senza fissa dimora. Una proposta che tuttavia, ha spiegato l’assessora, si scontra con una serie di difficoltà tecniche evidenziate dal Segretario generale: la norma non consente, infatti, di modificare l’oggetto di un appalto in corso, e in questo caso la platea di destinazione della fornitura di pasti è rappresentata dalle scuole delle dieci Municipalità, per cui non è amministrativamente possibile sostituirla con altri destinatari; sarà quanto meno possibile, ha spiegato l’assessora, far slittare la durata dell’appalto per un periodo equivalente a quello di sospensione del servizio.

Un altro percorso potrebbe invece prevedere l’impiego delle economie di spesa ottenute dalla sospensione del servizio per indire una nuova gara per la fornitura di pasti ai più bisognosi, ma si tratta di un’operazione al momento non praticabile, ha spiegato l’assessora Buonanno, in quanto non è ancora stato approvato il bilancio previsionale e l’Amministrazione è in esercizio provvisorio; certamente, però, il dibattito di oggi in commissione può rappresentare uno sprone in sede di discussione del bilancio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2020 alle 16:41 sul giornale del 05 maggio 2020 - 204 letture

In questo articolo si parla di attualità, napoli, comune, comune di napoli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bkSb