Anche il movimento demA manifesterà contro una gestione fallimentare della sanità pubblica sotto la sede della Regione Campania

2' di lettura 12/01/2022 - Ci sarà anche il movimento demA venerdì 14 gennaio al presidio sotto la sede della Regione Campania a Napoli per "manifestare contro una gestione fallimentare della sanità pubblica da parte dell'Amministrazione regionale e contro l'incapacità della nuova Amministrazione comunale di Napoli di far fronte ad un'emergenza economica e sociale dovuta alla pandemia".

"La situazione di sofferenza degli ospedali e del personale sanitario e medico, i rinvii di tutti gli interventi e ricoveri ospedalieri, la scarsità di farmaci essenziali nelle farmacie, la inadeguata e non immediata assistenza domiciliare, dimostrano - spiegano dal movimento fondato dall'ex sindaco di Napoli Luigi de Magistris - il palese fallimento della Regione e del presidente De Luca nella gestione della Crisi Covid". Nella nota della segreteria che annuncia la partecipazione al presidio con un appuntamento alle 15:30, si sottolinea una "situazione drammatica e complessa di fronte alla quale, negli ultimi due anni, abbiamo dovuto assistere inermi a un balletto di responsabilità tra Governo e Regione, con il tragico epilogo, ogni volta, di lasciare intravedere quale unica via possibile, per la limitazione del contagio e la riduzione della pressione sugli ospedali, la chiusura delle scuole". "Sono passati due anni e - rimarca il movimento - nulla è stato fatto per far fronte alla pandemia: non si sono destinate risorse per assumere più medici ed infermieri, non è stata rafforzata la sanità territoriale, l'assistenza domiciliare, gli strumenti di prevenzione, non si è potenziato il trasporto pubblico, non si è investito per rendere le scuole più sicure".

DemA sceglie quindi la mobilitazione "perché non è più accettabile che a pagarne le spese siano sempre i cittadini che si trovano nella situazione di essere privati dei servizi diagnostici, come quelli per la lotta ai tumori e alle patologie cardiovascolari, per l'impossibilità da parte dei medici di inviare in molte strutture pazienti. Senza, naturalmente dimenticare quanto tutto ciò colpisca interi settori sociali, per i quali demA chiede interventi immediati e un'attenzione particolare, affinchè il diritto a vivere una vita dignitosa non confligga con il diritto alla salute".






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 12-01-2022 alle 14:18 sul giornale del 13 gennaio 2022 - 105 letture

In questo articolo si parla di attualità, agenzia dire

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cELx





logoEV